Munus

Aiuto di stato SA.32635 (2012/E) – Finanziamento della RTBF belga

Tipologia dell'atto
Decisione della Commissione
Organo
Commissione europea
Numero
C(2014) 2634 final
Data Pubblicazione in GU
7 maggio 2014
La RTBF (Radio-Télévision belge de la Communauté Culturelle Française) belga è una società pubblica che ha, da statuto, il compito di assicurare il servizio pubblico radio-televisivo della Comunità francese belga. Nell'aprile 2013 la Commissione ha avviato, su istanza di parte, delle indagini preliminari sul finanziamento pubblico della RTBF per verificarne la conformità alle norme europee relative agli aiuti di Stato. Da tali indagini la Commissione ha tratto la conclusione che il quadro giuridico che si evince non contiene dei meccanismi soddisfacenti che riescano a garantire che il finanziamento pubblico concesso alla RTBF sia effettivamente limitato a quanto necessario per la realizzazione degli obblighi di servizio pubblico, dando luogo a sovracompensazioni. Secondo la procedura prevista dagli artt. 18 e 19 del regolamento (CE) n. 659/1999, la Commissione ha quindi adottato una raccomandazione contenente proposte di misure opportune per garantire la compatibilità con l'art. 107 del TFUE del finanziamento pubblico concesso alla RTBF, in linea con quanto stabilito dalla Comunicazione della Commissione relativa all'applicazione delle norme sugli aiuti di Stato al servizio pubblico di emittenza radiotelevisiva (2009/C 257/01). Tali proposte sono state accettate dal Belgio, il quale si impegna a modificare il regime di finanziamento nei confronti della RTBF: 1) abrogando tutte le norme relative ad un obbligo di stabilimento nella Federazione Vallonia-Bruxelles e chiarendo che il “criterio dell'appartenenza” a tale federazione, contenuto nel contratto di servizio, si riferisce non alla nazionalità bensì al contributo fornito alla politica culturale e linguistica del territorio; 2) assicurando una definizione più chiara, nel contratto di servizio, delle attività riconducibili ai “nuovi media” nonché dei servizi on-line, stabilendo quali contenuti possono essere messi a disposizione gratuitamente ed entro quali limiti temporali in modo da consentire di realizzare la missione di servizio pubblico; 3) distinguendo nettamente tra i servizi pubblici e commerciali, in modo da permettere un controllo effettivo del rispetto della missione di servizio pubblico e della proporzionalità del finanziamento, nonché specificando maggiormente in cosa consistano le “missioni complementari” della RTBF di cui comunque si assicura la soggezione alle medesime modalità di controllo e ai principi di valutazione applicati alle missioni di servizio pubblico; 4) ampliando la procedura preliminare di valutazione a tutti i servizi nuovi ed importanti, ovvero a tutti quelli che non siano già previsti dal contratto di servizio e cui vengano destinate risorse pubbliche pari o superiori al 3% del totale; 5) impegnandosi a chiarire quali servizi saranno oggetto di un dibattito pubblico preliminare all'adozione di nuovi contratti di servizio, come stabilito dalla Comunicazione sulla radiodiffusione di cui sopra; 6) modificando nel senso indicato dalla Commissione sia l'entità delle compensazioni, che non dovranno superare quanto necessario all'adempimento della missione di servizio pubblico, che le procedure di controllo e sanzione delle sovracompensazioni, conferendo loro una solida base giuridica. Alla luce di tali considerazioni la Commissione ritiene che gli impegni assunti dal Belgio siano tali da garantire che le compensazioni accordate alla RTBF non superino l'ammontare necessario per realizzare gli obiettivi del servizio pubblico.
You are here  : Home TEMI TRASVERSALI Aiuti di stato Decisioni della Commissione europea Aiuto di stato SA.32635 (2012/E) – Finanziamento della RTBF belga